Biografia di Aldo De Gioia

Pubblicato il: Autore: admin

 

ALDO DE GIOIA
Pedagogista, storico, poeta.

degioia01Napoletano del centro Antico dove è nato il 1° dicembre 1934. Oltre che in campo nazionale è conosciuto all’estero. Alcuni suoi componimenti sono custoditi in America: nel Museo Carusiano di Brooklyn; nel Museo Ebraico di New York. In Polonia, nel Museo del Lager di Auschwitz. In Italia, nel Museo di Porta Pia in Roma; nel Museo di Mignano Montelungo/Caserta; nel Sacrario d’Oltremare di Bari. In Egitto nel Sacrario di El-Alamein.
Ricercatore di storia patria si è formato alla scuola di illustri predecessori quali sono stati Antonio Lapegna e Antonio Altamura.
degioia02thConsultato da più parti sugli accadimenti millenari della nostra città, ha avuto il merito di collaborare con la National Geographyc, la rivista più importante dell’editoria americana.
Ha conseguito più di cento premi, tra i quali quello del Parlamento Europeo, della Giffoni Film Festival, della Legion d’Oro Ist. O.N.U.
E’ autore dell’Inno Ufficiale dell’8a Brigata Bersaglieri Garibaldi. E’ Bersagliere Onorario per il contributo offerto alla causa del bersaglierismo.
E’ iscritto all’Albo d’Oro dei Cavalieri di San Marco.
E’ membro della Commissione Toponomastica Cittadina del Comune di Napoli.
E’ Accademico Tiberito.
Nel 1988 è stato premiato in Campidoglio dal Ministro della Pubblica Istruzione Rosa Russo Iervolino.
Recentemente gli è stato conferito dalle Forze Armate Italiane il Trofeo U.N.U.C.I.
 

 aldo

COLLABORAZIONI DI ALDO DE GIOIA

Con i giornalisti: Max Vairo, Aldo Bovio, Arturo Fratta, Domenico De Simone.

Con Pietro Gargano per l’enciclopedia della canzone napoletana.

Ha scritto sui giornali: La Repubblica, Libero, Napoli Notte, Lo Strillo.

E’ apparso su RAI 2 e RAI 3.

Ha girato un documentario cinematografico su Enrico Caruso con Pavarotti e Placido Domingo, per la produzione americana Mikal Capasso.

E’ nel novero dei personaggi che hanno parlato di Napoli sul II conflitto mondiale: Antonino Tarsia In Curia, Aldo De Jaco, Roberto Battaglia, Giovanni Artieri, Aldo Stefanile, Curcio Malaparte, Jhon Huston, Carlo Bernari, Aldo De Gioia.

Nelle rievocazioni del teatro e del cinema sulle Quattro Giornate è allineato con Giovanni D’Angelo (omaggio alle Quattro Giornate), Eduardo De Filippo (Napoli Milionaria), Peppino De Filippo (Quattro Giornate), Luigi Comencini (Tutti a casa), Nanni Loy (Le Quattro Giornate).

Aldo De Gioia ha scritto e presentato “Quando a Napoli cadevano le bombe”.

Ha fondato il Museo della Canzone Napoletana a Calvello (PZ).

Ha organizzato più volte la Mostra della Canzone Napoletana.

Ha collaborato con Carlo Postiglione alle mostre su “La storia di Napoli” e “La vita di Enrico Caruso”.

Storico di Napoli insegna da molti anni  all’Istituto Humaniter,

E’ conferenziere in molte sedi universitarie.

Fa parte della Commissione Toponomastica  cittadina del Comune di Napoli.

Alcune sue poesie sono state collocate su lapidi marmoree: a Napoli in via Morghen, per Salvo D’Acquisto; nella  Stazione Marittima per il marinaio ignoto; in P.zzetta Eritrea; nella sede dei paracadutisti della “Folgore”; a Roma (Porta Pia) e in Africa settentrionale ad El Alamein in Egitto, per l’omonima poesia divenuta Inno Ufficiale della 8° Brigata Garibaldi Bersaglieri.

E’ stato tra i pochissimi a ricordarsi di Ettore Giannini organizzando una serata celebrativa per il grande regista del film “Carosello Napoletano”.

 

Onoreficenza

cavaliere